The end of the line, Rupert Murray – 2009

Nel 2048 non ci saranno più pesci, ma soltanto fango e vermi e ciò provocherà il surriscaldamento del globo, così l’uomo non avrà soltanto di che mangiare, ma anche di che respirare. La colpa è di una pesca selvaggia, operata in gran parte del mondo da più di vent’anni e che ha fatto razzia di molte specie.
È questo lo scenario più probabile se i ritmi e i tempi della pesca continueranno con gli stessi parametri di oggi. Molte infatti le specie a rischio di estinzione, come il tonno rosso che a causa della domanda sempre maggiore di sushi ha poche possibilità di sopravvivenza.

Annunci

Surviving Progress, Mathieu Roy – 2011

Sin dall’inizio la storia dell’umanità è contraddistinta da veri e propri crolli che hanno causato la distruzione di intere civiltà. Il motivo principale è stato spesso un rapido progresso tecnologico in grado di compromettere il futuro di una civiltà: uno scenario in cui rientra perfettamente il mondo contemporaneo. In Surviving Progress scopriamo così quanto siamo vicini a un nuovo collasso, forse definitivo, e quali possono essere le possibili alternative.

Genuino Clandestino

Doc., HD,2011,colore,70′ – Un film di Nicola Angrisano, InsuTv
che ci racconta come i piccoli contadini diventano movimento di resistenza per sopravvivere nell’economia di scala. Genuino Clandestino è una campagna promossa da CampiAperti per denunciare un insieme di norme ingiuste che, equiparando i prodotti contadini trasformati a quelli delle grandi industrie alimentari, li rende fuorilegge.